Italian Czech English French German Hungarian Spanish

La "matturana" (pasta di mandorle)


Questi dolci si sono adeguati ai tempi: nascono infatti, in occasione della festa dei Santi e per il giorno dei Morti, ma oggi si trovano durante tutto l'anno.Inoltre un tempo, con il loro impasto, si imitava solo la frutta, mentre adesso è facile trovare nelle pasticcerie siciliane persino figure di personaggi tratti dal mondo dei fumetti.Il dolce è ricordato come "Frutta di Martorana" dal nome della chiesa di Palermo che anticamente aveva il "monopolio" della sua preparazione. L'importante della pasta di mandorle, risale al prospero periodo della dominazione araba ed è detta reale, perchè giustamente considerata "regina" della pasticceria isolana.

Foto raffigurante un paniere con la frutta matturana
Paniere con la frutta matturana

Ingredienti per quattro persone

  • 800 grammi di zucchero semolato,
  • 3 bicchieri di acqua,
  • 800 grammi di farina di mandorle,
  • 100 grammi di farinadi maiorca,
  • mezza bustina di vaniglia,
  • coloranti vari per alime
Foto raffigurante la frutta matturana
La frutta matturana

Preparazione

Sciogliete a fuoco molto basso lo zucchero con i tre bicchieri di acqua. Attendete che cominci a filare: ve ne accorgerete quando qualche goccia di zucchero sciolto, fatta scolare da un mestolo di legno, si allungherà a filo. Quindi togliete il tegame dal fuoco. Aggiungete la farina di mandorle, la farina di maiorca, la vaniglia e mescolate fino a quando la pasta si staccherà tutta insieme dal tegame. Versate l'impasto su un tavolo di marmo bagnato. Appena si sarà raffreddato, lavoratelo a lungo con le mani. Quando sarà compatto e liscio, sistematelo negli stampi dalla forma voluta. Decorate infine, a vostro piacimento, con coloranti per alimenti.